Una problematica frequente nelle ristrutturazioni effettuate in metropoli quali Milano è la scarsa dimensione dei locali di servizio quali bagni e cucine.

Bagno prima della ristrutturazione
Bagno prima della ristrutturazione

Nel caso presentato in questo articolo vedremo come sia possibile risolvere il problema degli spazi con soluzioni meno drastiche di un abbattimento e conseguente spostamento di una parete in un bagno dalle dimensioni di 1mx3m. Recuperare anche pochi centimetri può spesso fare la differenza  in termini di vivibilità di un ambiente.

Prima fase: rimozione vecchi sanitari e piastrelle

Affrontata la prima fase di rimozione dei vecchi sanitari e delle piastrelle, si è provveduto a sostituire sia l’impianto elettrico sia quello idraulico ormai obsoleti.

Seconda fase: la strategia degli spazi

Per recuperare spazio l’intonaco è stato scavato di 2 cm per lato, recuperando ben 4 cm che, ripetiamo, in un ambiente così piccolo possono essere un risultato importante.

Dopo la posa delle nuove piastrelle, la scelta dei sanitari è caduta rigorosamente su modelli di dimensione ridotta (45 cm al posto della misura standard di 54 cm). Lo stesso dicasi del lavello (38 centimetri anziché gli standard di 45 cm).

bagno5
Il risultato di ristrutturazione e pulizia

Fortunatamente il mercato odierno dei sanitari, così come quello degli elettrodomestici, sta venendo incontro alle esigenze di spazio dei propri consumatori con modelli che per funzionalità, design, qualità costruttiva ed ergonomia non hanno nulla da invidiare a quelli di misura standard.

Il tocco finale prima della consegna

Per una prima pulizia di fondo delle superfici dure di sanitari e lavello abbiamo utilizzato un prodotto  a base neutra quale Extreme di Alca Chemical (potete cliccare qui per consultarne la scheda tecnica). Per la pulizia di fondo del pavimento è stata utilizzata una monospazzola a bassa velocità (150-250 giri al minuto), munita di disco verde e abbinata ad un detergente acido ( FINCROST) per rimuovere ogni residuo di cemento, malta e colla derivanti dalla posa. Indicato per le pulizie di fondo su superfici molto sporche, lascia immutata la lucentezza del pavimento. Per la pulizia finale di pavimento e piastrelle la scelta è caduta su disincrostante inibito a doppia azione quale Biacide di Alca Chemical, che ha il vantaggio di agire velocemente e di essere risciacquato con facilità dall’operatore, rispettando l’integrità delle cromature di tubi e rubinetteria.